Hotel Chardoney

Champorcher - Valle d'Aosta

Nella vallata di Champorcher è possibile percorrere numerosi itinerari escursionistici, ognuno con caratteristiche diverse.

Si può passeggiare in valloni appartati e solitari, come quello dell' Allegne, salire ai colli che si affacciano sulle Valli circostanti, come il col Finetre o il col Laris, ci si può specchiare nelle acque di limpidi laghi come il Veroche o il Miserin, raggiungere splendidi punti panoramici sulle montagne di tutta la Valle d' Aosta.

Rifugio Barbustel (2287)

BarbustelDifficoltà: E Regione: Graie Gruppo: Mont Avic Dislivello in salita: m 480 Tempo Previsto: ore 2,30 da Champorcher - Petit Mont Blanc Periodo Apertura: Estiva Telefono: 0166 510001 Posti: 40

Il rifugio è stato inaugurato nel 1995, vale la pena visitare anche i laghetti che costellano la zona, con una camminata di un' ora, un ora e mezza si può raggiungere il Gran Lago, uno dei più estesi laghi presenti in valle d'Aosta; fenomeno facilmente osservabile in questa valle è la formazione delle torbiere.

Champorcher - Gran Lago

Gran LagoDifficoltà: E Regione: Graie Gruppo: Mont Avic Dislivello in salita: m 685 Tempo Previsto: ore 4,00 da Champorcher - Petit Mont Blanc 

Il percorso che porta al Gran Lago, segue per le prime 2,30h il tracciato che porta al rifugio Barbustel, raggiunto quest'ultimo si prosegue sul sentiero di fronte al rifugio, si superano i bei laghi Nero e Cornuto e si arriva ad un pianoro; attraversato questo, il sentiero si inerpica con svariati tornanti fino a raggiungere la meta; è interessante osservare in questa zona il fenomeno di formazione delle torbiere (il modo con cui i laghi invecchiano ovvero bacini in fase di interramento) 

Trekking Alta Via n.1 e 2

Mappa Alta Via

Gli itinerari dell'Alta Via n° 1 e dell'Alta Via n° 2 attraversano tutta la Valle d'Aosta ai piedi dei 4 maggiori massicci delle Alpi. Sono alla portata di tutti poiché si snodano lungo sentieri ben tracciati, con larghezza media di 80 cm., e interamente segnalati. L’escursionista abituato a camminare in montagna potrà percorrerla integralmente, mentre coloro che vogliono provare, per la prima volta, l’esperienza dell’andare per sentieri, potranno percorrerne anche solo qualche breve tratto, più in basso. Il percorso scende, quasi ad ogni tappa, nel fondovalle dove è possibile usufruire dei servizi dei paesi oppure interrompere il tragitto con rientro in autobus. L’itinerario è percorribile nei mesi estivi e si sviluppa nella media e alta montagna, fra prati, pascoli, boschi e pietraie.
L’Alta Via n.1 si sviluppa ai piedi dei massicci più elevati d'Europa: il Monte Rosa, il Cervino e il Monte Bianco, con 17 tappe giornaliere che richiedono in media 3-5 ore di marcia ciascuna.
L’Alta Via n. 2 percorre, in buona parte i territori del Parco Nazionale del Gran Paradiso e del Parco Regionale del Mont Avic. L’itinerario conduce da Courmayeur a Donnas, con 14 tappe giornaliere che richiedono in media 3-5 ore di marcia ciascuna.

 

Champorcher Lago Miserin

Lago MiserinDifficoltà: T Regione: Graie Gruppo: Rosa dei Banchi Dislivello in salita: m 378, m.1589 Tempo Previsto: ore 1,30 dal Rifugio Dondena, ore 4 da Chardonney Periodo Apertura: Tutto l'anno in autogestione. Posti: 40 

Il percorso in salita ripercorre per la maggior parte quello che era nata come percorso Reale di caccia, fatto costruire da casa Savoia, quindi molto comodo e più classificabile come tratto pedonale-turistico che come vera e propria escursione, interessante l'escursione al Col Finestra per buttare uno sguardo sulla valle di Cogne, ed anche con un minimo di attrezzatura in più al colle sulla Rosa dei Banchi, annualmente utilizzato dai valligiani di queste parti per raggiungere il 10 agosto il santuario di S. Besso, in Val Soana per i festeggiamenti il Santo patrono dei montanari.

Champorcher - Colle Finestra

FinestraDifficoltà: E Regione: Graie Gruppo: Rosa dei Banchi Dislivello in salita: m 628 da Dondena, m 248 dal Miserin Tempo Previsto: ore 2,30 dal rifugio Dondena, 1,15 dal Rifugio Miserin
Il primo tratto del percorso in salita ripercorre quello che era il percorso Reale di caccia, voluto da Vittorio Emanuele II, quindi molto comodo e più classificabile come tratto pedonale-turistico che come vera e propria escursione giunti ad un incrocio ben segnalato si può decidere se salire fino al Lago Miserin e quindi proseguire verso il Colle su percorso con tratti innevati a seconda del periodo oppure seguire direttamente le indicazioni che in poco più di un ora portano fino alla Finestra, da dove si può assistere ad un grandioso panorama sul Gran Paradiso e sulla valle di Cogne. Il percorso era fino allla fine del 1800 utilizzato per raggiungere velocemente dal Piemonte la valle di Cogne.

Visita al Parco Naturale del Mont Avic

Mont AvicIl Parco del Mont Avic include la medio-alta valle del torrente Chalamy (1.000 - 3.185 m). Oltre un terzo dell'area protetta è ricoperto da vaste foreste di pino uncinato, pino silvestre, larice e faggio. L'area è caratterizzata dalla presenza di oltre 30 specchi d'acqua e numerose torbiere; queste ultime ospitano una flora relitta estremamente interessante.

La fauna include numerose specie caratteristiche delle Alpi, alcune delle quali scarse o localizzate.

Il Rifugio del parco del Montavic e raggiungibile da Chardoney un ora e 30 minuti.